Nuove tendenze di design: kitchen space 2021, non solo vita privata

Perché parlare di cucine 2021

Uno dei post pubblicati su Instagram lo scorso mese analizza le ultime tendenze di arredo bagno, questo articolo invece vuole presentare il focus sul design delle cucine 2021.
Fare il punto delle tendenze, infatti, riguardo a trend e stili di vita, favorisce nuove idee per la progettazione di spazi unici e dedicati.

Le cucine degli anni Sessanta

Riguardo alla cucina bisogna ricordare come dalla metà dello scorso secolo ad oggi questo spazio si è trasformato da vano decentrato con funzione precisa a luogo ibrido e centrale della casa.
Nei giorni in cui viviamo, dove purtroppo l’individualismo sembra aver riguadagnato un po’ di terreno, è piacevole  immaginare questa “stanza” nei tempi passati. Nella cucina di sessant’anni fa, raggiungibile percorrendo un corridoio più o meno lungo, vediamo tutta la famiglia darsi appuntamento attorno al tavolo durante i pasti, seduti al tavolo celeste, in formica dai bordi cromati. 

Gli anni Novanta

Materiali naturali e orientalismo

Trent’anni dopo arrivano cambiamenti importanti che possiamo considerare i presupposti delle tendenze di oggi.
Negli ultimi anni il parquet era ideale per camminare scalzi. Se ricordi bene infatti questa pratica favoriva il “passaggio dell’energia” emanata dal pavimento in legno per nutrire i nostri sette chakra .
Tutto ciò era in accordo con lo spiritualismo new age e l’orientalismo allora tanto in voga.
Per essere brevi di quegli anni focalizziamo la riscoperta del legno naturale e dei mobili a terra in sostituzione dei pensili. Altri aspetti da ricordare sono la necessità di arredare dimore non troppo ampie e il living che diventa il cuore della casa. Lo spazio cucina risulta vicino o annesso proprio alla sala.

Arredamento cheap e minimal

Ispirarsi a epoche che precedevano quella “della plastica” unito all’interesse per i materiali naturali fa diffondere l’arredamento in arte povera. Valori estetici che puntano alla serietà e alla compostezza, inoltre, fanno riscoprire il minimalismo. Questo stile però ha in parte smarrito la fredda razionalità di fine anni Sessanta: solo bianco, nero, metallo e vetro. Il minimalismo degli anni Novanta è spesso accordato ai toni rossastri dei mobili in legno di ciliegio e agli accessori “natural chic”. 

Il presente ha delle specificità?

Ti chiederai a questo punto se vale la pena soffermarsi sulle tendenze dell’ultimo anno o se è più corretto descrivere segmenti temporali più lunghi. La risposta a questa domanda è “decisamente sì” perché storia, cultura e stili di vita sono in perenne trasformazione.

Il passato recente

Nel nostro passato recente c’è stato il superamento di una grave crisi economica, quella nata sulla “bolla” dei mutui subprime e diffusa in tutto il mondo. Utopie e ideali collettivi sembrano appartenere agli anni che l’hanno preceduta ad eccezione di una rinnovata coscienza della questione ambientale. 

La prospettiva di un futuro migliore è oggi legata a ciò che riusciamo a costruire nella nostra quotidianità di singoli individui. L’attività professionale è al centro della vita di ognuno ed è l’espressione della nostra creatività e unicità.  

Lo spirito del presente

Le tecnologie digitali sono vere protagoniste del nostro quotidiano e ci rendono facili una moltitudine di cose. Siamo tutti reciprocamente connessi anche se fisicamente lontani.
Si sono moltiplicate le figure che non operano sempre nella stessa struttura e la scelta di essere freelance. Spesso il luogo di lavoro risulta essere quasi come casa.

Questa tendenza, come afferma il comunicato rilasciato dall’Osservatorio Smart Working del Politecnico di Milano, si è rafforzata con la crisi pandemica. Se le giornate di ciascuno continuano ad essere intense e iper organizzate dunque a sorpresa aumenta il tempo che trascorriamo nelle nostre case. 

La funzione delle cucine 2021

La cucina oggi non è più solo il luogo destinato alla preparazione dei pasti e al loro consumo. Questo spazio coincide spesso con un angolo della sala principale, dove si vive e si ricevono gli ospiti.
La cucina oggi è un angolo polifunzionale dove si svolgono le attività quotidiane e lavorative. Le parole d’ordine per le cucine 2021 sono quindi: sobrietà, funzionalità, serenità.
Il living-cucina, è il luogo dove vita privata e vita pubblica si alternano fino a incontrarsi.

Ampliare gli spazi

Alla luce di tutto questo diventa urgente ampliare gli spazi amalgamando gli ambienti e promuovere una visuale minimal.

Come vent’anni fa però il minimalismo si mostra rivisitato. Il rigore lineare si presenta oggi tiepido e accogliente. Si guarda di nuovo alla natura, sia sul piano estetico che funzionale. L’interior design degli ultimi anni a ben vedere tiene in grande considerazione l’ecosostenibilità. Nonostante ciò possiamo considerare superato lo stile espressamente “natural”.

Serenità e calore nelle cucine 2021

Le percezioni di sicurezza, tranquillità e calore familiare nelle cucine 2021 sono limitatamente affidate al recupero della tradizione estetica di trenta o trentacinque anni fa. L’atmosfera rassicurante delle nuove cucine, in piccola misura, sembra anche legata all’influenza del design scandinavo. La scuola nordeuropea del resto è fortemente legata ai toni chiari, ai colori vivaci ma ridotti al minimo, a una morbida essenzialità.

Le cucine 2021 e la tecnologia

Le nuove tecnologie non vengono celebrate da un’estetica precisa, ma risultano protagoniste nelle cucine 2021. Promossi sono infatti gli elettrodomestici di ultima generazione che agevolano il risparmio energetico. Nelle nuove cucine sono anche presenti l’assistente vocale e i rubinetti che si attivano senza il contatto della mano.

Gli arredi

Le necessità di ampliamento e di utilizzo multiplo degli spazi vedono superati i pensili, valorizzano soluzioni come le colonne e l’isola. Queste soluzioni sono adatte anche a nascondere oggetti, alimenti ed elettrodomestici.
Anche nelle soluzioni di arredo più classiche infatti la tendenza è quella di nascondere frigorifero e lavastoviglie dentro mobili dall’aspetto neutro o elegante.

I materiali

Le cucine 2021 vedono privilegiati i materiali naturali e le sostanze di riciclo. Via libera dunque al  legno, al metallo, al marmo, al vetro. La plastica nelle nuove cucine è ridotta al minimo.
Grande successo riscuotono invece preparati come grès, Fenix e Dekton.

I colori nelle cucine 2021

I colori sono caldi e pacati. Il bianco trova ancora spazio ma in aree limitate, il candore abbagliante non è più attuale.
Nella scala cromatica trovano posto i toni del metallo. Questi sono soprattutto in versione calda, come quelli dell’oro e del bronzo, ma anche del rame e dell’ottone.
Il colore del legno che vede alternare i suoi toni chiari e scuri è pure largamente presente.
Altri colori di successo nelle cucine 2021 sono i rosa, gli azzurri, i blu e i marroni in tonalità spenta o schiarita, il grigio e il tortora. Chi ama il nero può osare anche il total black.

Le forme

Le cucine 2021 sono all’insegna della linearità, della geometria e della modularità. Queste scelte estetiche abbracciano soluzioni che guardano alla tradizione come le ante a telaio, le tonalità del bruno, le venature del legno e del marmo.

I rubinetti nelle cucine 2021

La tecnologia infine da il meglio di sé nei rubinetti. Questi ultimi, nelle cucine 2021 si presentano con beccuccio alto o estraibili. Oltre alla presenza di elementi aggiuntivi per il getto d’acqua calda autonomo, sono presenti anche rubinetti ad attivazione vocale.
Dal miscelatore monocomando ci spostiamo alla presenza dei pulsanti per controllo rapido e a un insieme di elementi legati al sistema smart home.

Leave a Reply

Questo sito utilizza i cookies per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Maggiori informazioni. Chiudi